Il consolidamento dei terreni con metodi poco invasivi

Sono diffuse le situazioni di danni a fabbricati generati da cedimenti dei terreni di fondazione delle abitazioni. Novatek le risolve con le resine espandenti.

La casa è un luogo di rifugio, in cui ognuno di noi ha il diritto di sentirsi al sicuro e protetto.
E se a un tratto non fosse più così? Iniziano ad apparire strane e preoccupanti crepe sui muri, porte e finestre faticano a chiudersi, i nostri passi sul pavimento risuonano a vuoto e le piastrelle si lesionano.

Le crepe nei muri, quale tipo di consolidamento terreni eseguire
Sono più diffuse di quanto si possa immaginare le situazioni di danni a fabbricati generati da cedimenti dei terreni di fondazione su cui gli stessi insistono. Tali danni si palesano principalmente attraverso la formazione di crepe e fessurazioni sui muri, a volte vistose a volte più leggere, solitamente nei pressi degli spigoli.

La casistica di questi fenomeni è maggiore quando gli edifici hanno fondazioni superficiali poggianti su terreni poco coerenti, siano essi localizzati in lotti posti in aree pianeggianti oppure in collina; tali tipi di terreni sono particolarmente sensibili alle variazioni di falda, ove presente, oppure alle modificazioni della percentuale di umidità negli strati di terreno dovuti a periodi di forte siccità oppure di copiose precipitazioni atmosferiche.
Le resine espandenti per il consolidamento terreno

Il cedimento delle strutture di fondazione può provocare la formazione di crepe nelle murature e talvolta anche l’inclinazione degli edifici.
Può accadere, infatti, che i pavimenti sprofondino creando irregolarità nella planarità.

In questi casi, la messa in sicurezza dell’edificio è d’obbligo e si ottiene rinforzando le fondazioni e aumentando la portanza del terreno.
Rimediare a questo tipo di problematica sembra impossibile a meno di non dover ricorrere a situazioni drastiche che oltre a risultare estemamente dispendiose possono compromettere la serenità familiare, tra movimentazioni, scavi, traslochi etc.

Crepe nei muri dovute a problemi di coesione del terreno, l’utilizzo della resina espandente
Per fortuna l’evoluzione delle tecniche di consolidamento dei terreni di fondazione consente oggi di giungere a una soluzione soddisfacente attraverso l’impiego di un metodo rapido, efficiente e poco invasivo. Al contrario degli interventi tradizionali, molto costosi, che comportano quasi sempre la necessità di eseguire scavi e opere in muratura, Novatek propone tecnologie all’avanguardia che consentono di risolvere rapidamente e definitivamente i problemi di cedimento degli edifici civili e industriali.

La tecnologia Novatek pensata per i consolidamenti realizza una serie di piccolissimi fori del diametro di appena 26 mm, attraverso i quali si iniettano nel terreno, al di sotto della fondazione, speciali resine ad alta resistenza che riportano l’edificio in piano.

Uno dei motivi principali che determinano abbassamenti e lesioni nel terreno, a volte perfino nel corso di pochi giorni, è dovuto alla siccità.
La maggior parte dei terreni sui quali poggiano le nostre abitazioni sono di natura argillosa: durante le stagioni piovose l’argilla tende a imbibirsi, aumentando notevolmente il suo volume; nelle stagioni calde e siccitose, invece, essa perde il suo contenuto di acqua, si ritira e si abbassa, provocando un graduale cedimento delle strutture edificate al di sopra.
Il consolidamento dei terreni: una soluzione efficace

Novatek interviene per risolvere il problema in modo definitvo! L’azienda, ha sviluppato e messo a punto una serie di metodi per la risoluzione dei problemi dovuti a cedimenti del terreno; tra questi, il trattamento con le resine espandenti è di certo uno dei meno invasivi, pur mantenendo la sua efficacia.

Si tratta di materiali ecologici, resistenti all’usura del tempo, inalterabili e non soggetti a problemi di igroscopicità.

Consolidamento terreni, con le resine espandenti Novatek
Il loro impiego è adatto per il consolidamento di edifici già esistenti o di nuova costruzione, che presentano cedimenti alle strutture di fondazione, visibili esteriormente dalle lesioni e crepe provocate nelle murature soprastanti.
Le resine trovano applicazione anche nel consolidamento e sollevamento di pavimentazioni industriali che necessitano di incrementare la portanza del terreno di fondazione, al fine di supportare adeguatamente un carico elevato.

Le resine espandenti sono costituite da due componenti che, una volta miscelati tra loro, producono una reazione espandente, dando origine a un conglomerato solido, con struttura molecolare a celle chiuse, a elevata resistenza meccanica.

Grazie a questa, ma anche ad altre tecniche, si possono risolvere i problemi di cedimento relativi alle fondazioni di fabbricati.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>